Illuminazione interni: artigianato sì o no?

L’illuminazione per interni sembra ben più facile dell’illuminazione da esterni, almeno da scegliere. La verità è che ci sono delle variabili da prendere in considerazione e una di queste è il ruolo dell’artigianato nell’illuminazione

Black_light_bulb

Se ne parla sempre più spesso: lampade e lampadari artigianali sono entrati di diritto nelle nostre case, adornandole. Un oggetto d’artigianato, che in questo caso possiede anche e soprattutto la funzionalità di fare da illuminazione, possiede una caratteristica imprescindibile: per quanto «fatto-in-serie» sarà sempre e comunque un oggetto unico che nessun altro ha in casa: si può avere qualcosa di simile, ma la mano dell’uomo non è in grado di replicare i dettagli all’ennesima potenza e le differenze, per quanto minuscole, esisteranno sempre.

Questa è sicuramente una qualità, tanto che alcuni si fanno realizzare le lampade su misura, in modo che descrivano anche qualcosa si chi la lampada l’ha commissionata all’artigiano. È in questo modo che nascono, ad esempio, le lampade ricavate da vecchie bottiglie, che sono adattissime a un arredamento che si avvale di mobili in arte povera, o comunque a qualcosa di massiccio, come il legno di mogano.

Il grosso ostacolo che va vagliato quando la lampada è artigianale è che il circuito elettrico sia a norma e completamente sicuro. In altre parole, va bene la bellezza, la suggestione che una bella lampada artigianale offre, ma la sicurezza, soprattutto quando si parla di elettricità, non può essere scambiata con nessun altra cosa.

Le altre difficoltà riguardano la pulizia e la manutenzione, dato che sicuramente non esistono pezzi di ricambio, almeno esternamente, per una lampada artigianale, che deve essere trattata giustamente con i guanti e con una delicatezza ben maggiore rispetto a una lampada di fattura industriale.

Ma se si è vagliato tutto correttamente, le lampade artigianali sono le benvenute e anzi danno appunto un tocco personale alla propria casa, ma bisogna sempre ricordare una cosa: mai eccedere in niente, o anche l’artigianato rischia di diventare stucchevole.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>