Perché la luce ci affascina tanto? Un piccolo esempio

Mancano pochi giorni a Halloween: questa, come molte altre feste, come le feste patronali, ha a che vedere con la luce. Ecco perché la luce è tanto importante nelle nostre case, e non solo per una questione di praticità.

zucca-o-morte-nera

Tutti conoscono le zucche di Halloween, che in lingua originale si chiamano Jack O’Lantern, per via di una leggenda per cui nella luce emanata da questi ortaggi, vi sarebbe una sorta di spirito. Le zucche di Halloween, nella loro evoluzione contemporanea, diventano dei veri e propri oggetti di design, come dimostra questa zucca-Morte Nera nell’immagine. Ma c’è di più.

Analizziamo la maggior parte delle feste cui assistiamo nella nostra vita, come il Natale o le feste patronali. L’elemento luminoso la fa da padrone, per le ragioni e nei modi più disparati. Il ricorso alla luce non è soltanto simbolico, ma ha a che vedere con una nostra necessità scenografica, la tendenza dell’uomo all’estetica, allo studio del bello.

Ma la luce è anche una necessità. Sì, certo, ma ciò non vuol dire che la necessità di poter vedere un passo dopo l’altro, leggere anche di sera, poter vedere nel proprio piatto, non siano esigenze che vengano ammorbidite dagli uomini, asservendole al bello. Ecco come nasce l’idea del design nell’illuminazione domestica: abbiamo bisogno della luce ma vogliamo che la luce non sia solo e semplicemente utile, ma sia anche e soprattutto bella.

L’esperienza di Halloween, come delle altre feste, è fossilizzata dentro di noi: la luce è qualcosa a metà tra il mero elemento decorativo e un’utilità dalla quale non si può prescindere. Come certo è pure che – fortunatamente – la tecnologia della luce si è evoluta in modo da essere alla portata di tutti e per consentire anche il risparmio delle risorse energetiche del pianeta Terra.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>