Illuminazione al led: la Cappella Sistina apre alla modernità

Anche la Cappella Sistina abbraccia la rivoluzione led dell’illuminazione: tra poco 7mila diodi illumineranno gli affreschi di Michelangelo. Si tratta di un progetto ambizioso dell’Unione Europea.

sistine-1128852_960_720

L’illuminazione al led è da tempo ormai nelle nostre case, trova utilizzazione praticamente ovunque, anche nei sistemi di luminarie delle feste patronali, perché è fondamentalmente una tecnologia vincente. Nel passaggio dalle lampadine a filamento a quelle al led, tutti avranno notato il risparmio in bolletta, non dover continuamente sostituire lampadine che si fulminavano perché avevano una vita più lunga. E in tutto questo, si fa del bene anche al pianeta Terra.

Così, è abbastanza normale che strutture pubbliche, in particolare quelle che contengono patrimoni artistici incommensurabili, si adeguino. Accadrà prossimamente alla Cappella Sistina, che, grazie a un progetto dell’Unione Europea, sarà illuminata interamente al led, da ben 7mila diodi. Questo provvedimento comporterà un notevole risparmio energetico e in termini di spesa, meno emissioni, ma avrà anche e soprattutto un’altra fondamentale ricaduta positiva. La tecnologia al led, infatti, non danneggia il bene culturale e permette una fruizione maggiormente «luminosa», rispetto all’illuminazione a filamento. Inoltre, il led permette di percepire i colori reali delle forme dipinte da Michelangelo, tanto che d’ora in poi, si potrà dire che la Cappella Sistina sarà davvero alla portata di tutti, nel modo più fedele possibile.

Quale sarà il prossimo passo? Probabilmente, il futuro e l’innovazione tecnologica ci potrebbero riservare sistemi di illuminazione molto più convenienti del led, sia dal punto di vista del risparmio energetico sia dal punto di vista delle emissioni. Ma per il momento, dobbiamo essere felici che questa tecnologia sia diventata ben presto alla portata di tutti e che ora addirittura dia una mano alla conservazione e alla valorizzazione dei beni culturali. La Cappella Sistina potrà essere vista in tutta la sua bellezza, come non era ancora accaduto finora.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>