La luce che scalda il cuore: aspettando il Natale

Si avvicina il Natale e come sempre le nostre strade saranno letteralmente inondate da luminarie di tutti i tipi, per non parlare di quello che accadrà nelle nostre case. Ma qual è il senso della luce?

illuminations-677592_960_720

La luce ha un profondo significato religioso in occasione del Natale. L’interpretazione può semplice che si può trarre è il parallelismo tra la luce di illuminazione e luminarie con la cometa che indicò il cammino a pastori e Magi nel racconto della nascita di Gesù Cristo. La luce è un concetto così tanto insito nel nostro modo di pensare che non facciamo caso a quanto questo fenomeno sia connesso con l’espressione «venire alla luce», ossia nascere. In realtà, tuttavia, non solo le interpretazioni sono molteplici, ma c’è ben più di questo.

Le luminarie che sono così diffuse in tutto il sud Italia non solo in occasione del Natale, ma anche delle feste patronali e di altre feste – in particolare religiose, come la Pasqua – nascono per un preciso scopo. Immaginiamo come fossero in passato spoglie le nostre città, pensiamo a tutte le cose che esteticamente non vanno oggi nei luoghi in cui viviamo. Le luminarie disegnano nuove prospettive all’interno del centro urbano, allargano e abbelliscono lo spazio con forme e colori completamente nuovi, tanto che non è raro che i maestri luminaristi si cimentino in produzioni che ricordano i migliori edifici in Italia e nel mondo.

Ci basta iniziare a vedere che nelle strade vengono montati i pali delle luminarie per entrare direttamente nell’atmosfera natalizia. Oggi, più che mai, il discorso sposa lo sfruttamento delle nuove tecnologie e il risparmio delle risorse energetiche. I maestri luminaristi hanno infatti ormai da anni abbracciato la tecnologia al led per i loro lavori: la spesa iniziale è decisamente più alta rispetto al passato, ma dà garanzie maggiore di tenuta delle lampadine che si fulminano molto di meno e possono essere quindi riutilizzate, e il risparmio energetico dell’elettricità è davvero notevole.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>