Lampadari, come pulire il cristallo

A volte, una valutazione che facciamo sull’arredamento inerisce la pulizia futura, ma quando si parla di lampadari in cristallo sussistono purtroppo dei pregiudizi.

lampadario-sospensione-olux-illuminazione-diamante-trasparente

I pregiudizi relativi ai lampadari in cristallo sono sovente relativi alla loro pulizia: il cristallo è un materiale delicato, lussuoso, stupendo e non si vuole rischiare di rovinarlo, ma non è rifuggendo il problema che si risolve tutto. Basta un po’ di conoscenza della materia per capire quanto i propri pregiudizi siano in realtà errati. Certo, fa paura pensare a un lampadario in cristallo con molti dettagli: ma questo significa solo che il processo di pulizia sarà lievemente più lungo, non più difficile.

Ci sono due tipi di pulizia che vanno affrontati con i lampadari in cristallo: c’è prima la pulizia quotidiana, che può avvenire con piumini affinché la polvere non si depositi sui singoli elementi. Inoltre si può effettuare una pulizia più profonda, ogni quindici giorni, o, se non è possibile, anche una volta al mese.

I singoli elementi vanno lavati con un detersivo neutro e una spugnetta non aggressiva. Se si vuole essere anche più amici dell’ambiente, invece del detersivo neutro, si può optare per dell’aceto bianco diluito nell’acqua. Meglio non ricorrere a spazzole, ma per asciugare è meglio qualcosa in spugna come morbidi asciugamani o stracci in maglina di cotone.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>