Dimmi che lampada Tiffany scegli e ti dirò chi sei

Le lampade Tiffany rappresentano un must have in ogni casa: la scelta dipende dalla propria personalità.

22il

Frutta o fiori? Paralume o applique? Sono tanti i bivi cui ci si deve sottoporre quando si decide di scegliere una lampada Tiffany, come quelle che propone Perenz nel proprio catalogo. Innanzi tutto va chiarito come che chi sceglie una lampada Tiffany sia una persona al tempo stesso tradizionale ma anche amante del brio: le lampade Tiffany vengono da una tradizione secolare, ma sono anche giocose, allegre e postmoderne.

La fantasia della lampada potrebbe quindi esprimere il carattere di chi l’ha scelta. Per esempio: una lampada con una fantasia che ritrae dei frutti, che non venga però utilizzata nella zona living – in particolare in cucina – potrebbe essere considerata indice di eccentricità. Analogamente, se invece spostiamo una lampada del genere in cucina, significa che siamo tradizionalisti che non vogliono rinunciare a perpetuare determinati schemi arredativi.

Non è una cosa negativa quest’ultima: l’arredamento deve riflettere le persone che lo vivranno quotidianamente, per cui è giusto che lo stile di arredamento sia scelto a propria misura, in particolar modo quando parliamo di design. In fondo non importa, se non alla mera indagine antropologica, questa scelta e l’uso della lampada che se ne fa: chi sceglie una lampada Tiffany ha già vinto tutto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>